La differenza tra un cerotto antidolorifico e un antidolorifico

Un antidolorifico transdermico o cerotto antidolorifico è un cerotto adesivo solitamente indossato sotto i vestiti, che viene utilizzato per il trattamento di dolori da lievi a gravi causati da condizioni come l’eczema e l’artrite. Gli antidolorifici e i cerotti antidolorifici sono fatti per essere applicati direttamente sulla pelle per alleviare il dolore, senza dover applicare il farmaco su tutto il corpo, in modo da poter risparmiare tempo e fatica, semplicemente applicando il cerotto all’area colpita dove si soffre del dolore. Questi cerotti, di piccole dimensioni, sottili e appiccicosi, vengono poi indossati come vestiti e vengono lasciati per diverse ore al giorno. Il motivo per cui si vuole fare questo è perché il farmaco rimane nella pelle e non va mai da nessuna parte.

Il processo di funzionamento dei cerotti transdermici è molto semplice, ed è per questo che sono così popolari. Il cerotto è sottile, appiccicoso, trasparente e abbastanza grande, e quando la pelle è irritata, viene pulito con un panno per rimuovere la macchia. Una volta rimosso il cerotto, la pelle guarisce da sola e guarisce più velocemente. Quando il cerotto viene rimosso, per trattare il dolore sarà necessario un medicinale come l’ibuprofene o l’aspirina. Questa è la differenza principale tra un cerotto antidolorifico e un antidolorifico. Per esempio, un antidolorifico funzionerà solo per un’ora o giù di lì e dovrà essere riapplicato più volte al giorno per fornire sollievo.

Gli antidolorifici non hanno lo stesso effetto sul corpo, come un cerotto transdermico, e poiché non sono altrettanto efficaci, vengono utilizzati solo a breve termine, a basse dosi di antidolorifico. Tuttavia, gli antidolorifici hanno alcuni gravi effetti collaterali, tra cui: nausea, vomito, costipazione, diarrea e, in rari casi, problemi al fegato. Se si soffre di qualsiasi tipo di infezione o lesione, è meglio non usarli, perché il farmaco può viaggiare in altre parti del corpo. Per quanto questi medicinali siano importanti spesso quindi possono dare anche degli effetti collaterali non di poco conto, a maggior ragione se si tratta di antidolorifici che vanno assunti per via orale possono crearci problemi a livello gastrointestinale. Per questo andrebbero comunque assunti con un gastroprotettore se li si deve prendere per un periodo prolungato. In genere però se abbiamo problemi alla schiena o a qualche parte del corpo specifica è meglio munirsi sempre di antidolorifici transdermici, di modo da risolvere al meglio il dolore.

Scegli di cliccare qui per leggere e studiare l’argomento con maggior precisione su questo sito dedicato